domenica 2 marzo 2014

Quando le nude pareti del mio tempio d'uomo
saranno intrise del fumo nel sacrificio dell'ego
il mio grido sputerà lava calda e zolfo
spezzerà catene di carne
e di sangue
e sarà nell'indefinibile presente
dove verdi speranze ascendono che ti incontrerò
inchinandomi alla tua Divinità
pura Unità
nel supremo respiro
dell'infinito

1 commento:

  1. Versi che sanno spezzare le catene degli umani e protendersi verso l'alto.

    RispondiElimina