martedì 13 novembre 2012

Biblioteca Civica - Occhieppo Superiore (BI)


Venerdì 23 Novembre 2012 – ore 20,45


 
MANDALA: SCOPRIAMO LA BELLEZZA
DELLA NATURA
ATTRAVERSO I NUMERI, LE FORME
 E I COLORI


Fabrizio Ferracin ci mostrerà come la  natura  sia intellegibile attraverso i numeri e la geometria. 
Ogni cosa che nasce, cresce e si trasforma porta con sè una matrice
di  bellezza e di armonia nascoste in codici invisibili che permettono
alla vita di manifestarsi in tutte le sue espressioni.




Vi aspettiamo numerosi

                                                       I volontari della biblioteca

lunedì 22 ottobre 2012



Premiati i migliori artisti della mostra concorso “Identità 4”


A conclusione delle tre settimane di esposizione, con centinaia di visitatori che hanno percorso gli spazi del Movicentro di Bra tra le opere dei 26 artisti partecipanti, sono stati decretati i vincitori 2012 della mostra-concorso “Identità”. La giuria – composta dall’assessore alla Cultura della Città di Bra Biagio Conterno, dalla docente di Storia dell’Arte Marcella Brizio, dal direttore artistico della galleria “San Giovanni” Riccardo Moroni, dalla giornalista Erica Asselle, dal curatore Mirko Briguglio e dal responsabile dell’ufficio Turismo e Manifestazioni Giuseppe Manassero – ha decretato i migliori tre della categoria “Easy” e il vincitore della sezione “Big”.

Nella sezione rivolta a giovani artisti residenti sul territorio piemontese non ancora pienamente inseriti nel circuito dell’arte, primo posto per il braidese Giovanni Botta, per “il forte impegno maturato negli anni e per il percorso tecnico che ha portato l’artista a tracciare volti, rughe e sguardi che raccontano il nostro tempo, giocando in totale libertà sulla dialettica di impersonificazione e personificazione, nonché sulla capacità di parlare un linguaggio immediato”. Seconda posizione per la fotografa Simona Manzone, seguita dal pittore Fabrizio Ferracin. Nella categoria “Big” ha invece trionfato lo scultore Bruno Geda, con questa motivazione: “Le sue sculture concretizzano la complessità di un tema cardine della percezione dell’uomo moderno. Il dissidio irrisolto tra maschile e femmineo si fa nell’opera di Geda percezione tattile, prima ancora che scultorea e per cui di impatto emozionale. La contrapposizione è creata attraverso un materiale caldo come il legno e la logica di chi ha scelto la duttilità come metro per rappresentare il corpo, in balia di tensioni non ancora chiarite. I soggetti rappresentati evocano la distanza che intercorre tra loro stessi. Di questo atto l’artista si fa carico per sublimare i più reconditi spazi dell’animo umano. Ed è proprio lo spazio ad evidenziarne le motivazioni come simbolo all’interno dell’opera stessa”. Menzione speciale per il braidese Fabrizio Busso, a cui è andato il premio della critica.

Gli artisti vincitori della quarta edizione di “Identità”, oltre a ricevere un premio in denaro, avranno la possibilità di esporre in primavera a Palazzo Mathis, nella centralissima piazza Caduti per la Libertà.

giovedì 20 settembre 2012

Bra e l’arte: 26 artisti al Movicentro per la mostra “Identità 4”



Bra e l’arte: 26 artisti al Movicentro per la mostra “Identità 4”
Più di cento opere in concorso, con il meglio dell’arte locale. Inaugurazione venerdì 28 settembre ore 18.


Ventisei artisti e oltre cento opere tra dipinti, fotografie, installazioni e sculture. Si inaugura venerdì 28 settembre alle 18, negli spazi del Movicentro a Bra (accanto alla stazione ferroviaria) la quarta edizione della mostra concorso “Identità”, rassegna d’arte promossa e organizzata dal Comune di Bra e dalla Fondazione Politeama e curata da Mirko Briguglio.
L’esposizione, visitabile dal 28 settembre al 14 ottobre, vede coinvolti negli spazi del Movicentro quindici partecipanti nella categoria “Easy”, rivolta a giovani artisti residenti sul territorio piemontese non ancora pienamente inseriti nel circuito dell’arte e undici “Big”, creativi già noti e presenti nel sistema culturale nazionale e internazionale. Saranno presenti su un apposito catalogo, concorrendo nella nella categoria Easy, Gerardina Aiello, Cristina Baroncelli, Giovanni Botta, Fabrizio Busso, D. Mosarte, Michele di Rocco, Fabrizio Ferracin, Simona Manzone, Gabriella Mureddu, Verdiana Oberto, Cataldo Palamara, Gabriella Ravera, Mattero Rebuffa, Marco Roascio e Giorgio Saccomandi. Per la sezione Big saranno esposte le opere di Giuseppe Aiello, Carola Balma, Stefano Calosso, Elisa Donetti, Bruno Geda, Claudio Lorenzoni alias Jimmi Rivoltella, Gian Mario Quagliotto, Michela Riba, Dino Sacchetto, Simone Stefano e Alberto Viti. Il concorso prevede la premiazione dei primi tre emergenti classificati (categoria “Easy”), che si aggiudicheranno rispettivamente cinquecento, trecento e centocinquanta euro a testa e che potranno esporre i propri lavori nell’ambito di una mostra collettiva dedicata. La categoria Big prevede un unico premio da mille euro, abbinato all’opportunità di allestire una personale negli spazi espositivi messi a disposizione dal Comune di Bra.


Identità 4 è visitabile ad ingresso gratuito il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 20, su prenotazione durante la settimana. La mostra “Identità” sarà inoltre inserita nella programmazione della “Città in una notte”, in programma per sabato 29 settembre, con orario di visita prolungato fino alle 24 e possibilità di incontrare gli artisti in mostra. Maggiori informazioni al numero telefonico 0172.430185. (em)



info: Città di BraUfficio Turismo e Manifestazioni
tel. 0172.430185 - turismo@comune.bra.cn.it

domenica 19 agosto 2012

 DEL FIATO IN CUI LA NOTTE GIACE

Mi velerò d'arancio
e svelerò la soglia del tuo venire
ché la pelle sempre acqua diviene
e la carne acceca come sale
Tengo il mare in una tasca
 e nell'altra un gabbiano giace
sazialo e fanne anima
Il Tempo in s'accerchia e danza
ché il cerchio non conosce inizio e fine
ed  il secondo muore
solo per far nascere il minuto
e sarò cerchio al tuo pensiero
ché la luce è ombra
del fiato in cui la notte giace

Spigolo De Spigolis

venerdì 17 agosto 2012

Che fiorisce al fremito muto della carne

E la vita scalza
mentre  picchia in petto
come libellula ubriaca d'aria
ed il Destino scioglie l'orma del suo rispetto
e t'acconcia d'ombra di pensiero
Mai sosterò nei miei confini
ché della radice mia non son radice
ed il confine mio radici non canta
Sono zingara inginocchiata sulla veste delle onde
c'è sempre  vento a nutrir le mie vene
Ho colto l'acqua dei tuoi viaggi e ti sei fatto sale
ché l'inchiostro è nera cenere di lacrima
che fiorisce al bianco fremito muto della carne

Spigolo De Spigolis - 17 Agosto 2012

sabato 30 giugno 2012




PROPONE


Laboratorio Mandala, Geometria, Numeri e Colore

Località Battuira – Castelmagno (CN) - 28 – 29 Luglio 2012


La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto davanti agli occhi (io dico l'Universo) ma non si può intendere se prima non s'impara a intender la lingua e conoscer caratteri ne quali sta scritto. Egli è scritto in lingua matematica e i caratteri son triangoli, cerchi e altre figure geometriche senza i quali mezi è impossibile a intenderne umanamente parola. (Galileo Galilei)

Il programma del seminario prevede la realizzazione pittorica del proprio mandala personale attraverso la conoscenza dei simboli archetipi: geometria e numeri, matrici della creazione universale .

La Sezione Aurea e la sequenza numerica di Fibonacci saranno in questo incontro le chiavi di percezione e apertura armoniosa alla nostra creatività e ci permetteranno di entrare in profondità nella bellezza
nascosta della natura.

Occorrente per il seminario: matita, compasso, righello e squadra
Tavole legno, colori, dispensa sono compresi come materiale didattico


Per iscrizioni e informazioni:
Associazione Culturale ''DEL QUIETO VIVERE'' – Castelmagno (CN)
tel. 3936706894 – www.quietovivere.altervista.org




PROPONE


Laboratorio Mandala, Geometria, Numeri e Colore

Località Battuira – Castelmagno (CN) - 28 – 29 Luglio 2012


La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto davanti agli occhi (io dico l'Universo) ma non si può intendere se prima non s'impara a intender la lingua e conoscer caratteri ne quali sta scritto. Egli è scritto in lingua matematica e i caratteri son triangoli, cerchi e altre figure geometriche senza i quali mezi è impossibile a intenderne umanamente parola. (Galileo Galilei)

Il programma del seminario prevede la realizzazione pittorica del proprio mandala personale attraverso la conoscenza dei simboli archetipi: geometria e numeri, matrici della creazione universale .

La Sezione Aurea e la sequenza numerica di Fibonacci saranno in questo incontro le chiavi di percezione e apertura armoniosa alla nostra creatività e ci permetteranno di entrare in profondità nella bellezza
nascosta della natura.

Occorrente per il seminario: matita, compasso, righello e squadra
Tavole legno, colori, dispensa sono compresi come materiale didattico


Per iscrizioni e informazioni:
Associazione Culturale ''DEL QUIETO VIVERE'' – Castelmagno (CN)
tel. 3936706894 – www.quietovivere.altervista.org

domenica 24 giugno 2012


Mettimi alla prova
chiedimi di essere il tuo senso del tempo e io lo sarò
e la tua pelle  non apparterrà più al volubile stato della materia
ma sarà vibrante tessuto che avvolge  legami di gioia ed estasi senza fine 
proiettati oltre le barriere e la finitudine del corpo.
Mettimi alla prova
chiedimi di camminare la frontiera delle tue labbra
e io li mi fermerò 
aspettando il tuo desiderio di nutrirti  con la quintessenza della mia poesia
sarò  suono puro e poi  silenzio se  tu vorrai
seduto tra le pieghe della tua bocca
ti offrirò il mio respiro
annullando ogni esperienza di gravità e di terra. 
Dentro una cellula che solo vive per offrire vita e amore
io sarò una cosa sola in te.


Per sempre.


Fino ad essere semplicemente suono, meraviglioso silenzio bianco del''anima


mercoledì 20 giugno 2012


SABATO 30 GIUGNO - DOMENICA  1 LUGLIO 

SALA BIELLESE (BI)


ESPOSIZIONE OPERE
ARTEMANDALA  LABORATORIO






martedì 22 maggio 2012

Porterò me stesso al confine del mondo per sentirne i profumi, gli odori, per sentire che la vita c'è, è presente in ogni atomo nella luce bianca del cielo, nella luce scura della terra. Porterò ogni mia cellula  nel centro dell'universo, sulla scia delle comete, un viaggio senza fine oltre le galassie, intorno al sole di un tempo e di una realtà che esiste solo nel cuore dei poeti. Strade invisibili percorrerò per rinnovare il mio esistere, per dare forma e sostanza a un nuovo essere.

venerdì 4 maggio 2012

Una goccia di rosso sparge ovunque il peso cromatico del mondo
è dentro ai miei sensi e gusto la bellezza selvaggia vestita con la pelle del tempo.
Sono ai confini del mio essere, proiettato lungo linee crude, asciutte, polverose e dubbie, ma sono vivo, galassia sconfinata in cerca di luce e simbiosi, 
stella implosa nel centro del suo stesso cuore.  

martedì 1 maggio 2012


Il vento scuote le onde ma è solo apparenza 
sotto la schiuma bianca che ama l'aria
e disperde il proprio seme in follia cromatica e caotica
tutto è calmo e maestoso.
La corrente giù in profondità ha stagioni sempre uguali,
segue il proprio pensiero e sembra non cambiare  mai la propria direzione.
I gorghi sono pensieri che si infrangono sugli scogli
ma qui dove l'occhio marmoreo del Dio del mare
brilla cigliato di coralli e riflessi argento tutto è integro,
la voce del mare è un sibilo, una scia, una sfera di luce
in cui mettere l'affanno del giorno
e lasciarlo scendere in profondità nella notte blu degli abissi
per non ritrovarlo mai più.



Il vento scuote le onde ma è solo apparenza 
sotto la schiuma bianca che ama l'aria
e disperde il proprio seme in follia cromatica e caotica
tutto è calmo e maestoso.
La corrente giù in profondità ha stagioni sempre uguali,
segue il proprio pensiero e sembra non cambiare  mai la propria direzione.
I gorghi sono pensieri che si infrangono sugli scogli
ma qui dove l'occhio marmoreo del Dio del mare
brilla cigliato di coralli e riflessi argento tutto è integro,
la voce del mare è un sibilo, una scia, una sfera di luce
in cui mettere l'affanno del giorno
e lasciarlo scendere in profondità nella notte blu degli abissi
per non ritrovarlo mai più.


lunedì 30 aprile 2012


Esploro la tua anima, tra vetri colorati di finestra aperta al vento. 
Frammenti colorati di scogliera sulla torre delle Divinità.
Cammino sulla tua mano, isola sperduta nelle galassie immaginarie.
Mondi paralleli e colori liquefatti si tingono d'amore.
Frastagliate, onde di pensiero,  impregnano il tuo cuore di pace Universale.
Corro e rincorro una danza senza fine e tu chiudi la mano.
Polvere di clessidra scivola giù.
Lenta, delicata  attraversa ogni angolo di bosco che appare e scompare in quest'isola.
E' sempre la tua mano colorata d'azzurro
che legge l'attimo presente e lo tiene stretto in pugno.
Destino di Poeta vestito di seta turchina dipinge l'orologio per amare il mondo.      



Esploro la tua anima, tra vetri colorati di finestra aperta al vento. 
Frammenti colorati di scogliera sulla torre delle Divinità.
Cammino sulla tua mano, isola sperduta nelle galassie immaginarie.
Mondi paralleli e colori liquefatti si tingono d'amore.
Frastagliate, onde di pensiero,  impregnano il tuo cuore di pace Universale.
Corro e rincorro una danza senza fine e tu chiudi la mano.
Polvere di clessidra scivola giù.
Lenta, delicata  attraversa ogni angolo di bosco che appare e scompare in quest'isola.
E' sempre la tua mano colorata d'azzurro
che legge l'attimo presente e lo tiene stretto in pugno.
Destino di Poeta vestito di seta turchina dipinge l'orologio per amare il mondo.      


giovedì 8 marzo 2012

Visioni d'Arte: Video della mostra "Beltà D'Arte"

Visioni d'Arte: Video della mostra "Beltà D'Arte": "La bellezza è sotto i nostri occhi, non nel cervello, nel presente non nel passato, nella ver...

Visioni d'Arte: Video della mostra "Beltà D'Arte"

Visioni d'Arte: Video della mostra "Beltà D'Arte": "La bellezza è sotto i nostri occhi, non nel cervello, nel presente non nel passato, nella ver...

domenica 4 marzo 2012


TRANSFERT LUDICO POETICO

L'acrobata si misura con le forze dell'universo prima di salire sulla fune tesa tra due punti immaginari in alto sopra la gente che lo osserva. Lui ascolta i battiti del suo cuore, fa il vuoto nella sua mente e attende il segnale, quel rullo di tamburo che viene prima di ogni volteggio, prima di ogni ogni paura, prima di ogni coraggio. Intorno il silenzio è bianco, lui sente solo nel petto bruciare ogni dubbio e così vola dove la gente comune non può arrivare, dove nessuno lo raggiungerà mai in quel paradiso variopinto fatto di istanti immensi ed estremi, nell'aria, sopra la pista circolare che è la sua vita, il suo pane, il suo sogno.
Nessuno saprà mai quanto sacrificio, quanta dedizione, quanta vita vissuta c'è in quel suo librarsi nell'aria multicolore, in lui si legge nel viso il sorriso di chi una volta ancora ha vinto la gravità terrena e la morte, per affermare il diritto ad una felicità che si può incontrare solo ascoltando il proprio istinto e la propria anima. In qualsiasi parte del mondo lui si trovi è sempre felice perchè viaggia dentro se stesso, la sua vita è trasformare ogni timore in coraggio, gioco, poesia offrendo tutto se stesso con generosità a chi troppo spesso non osa, non riesce, non può andare oltre i propri limiti e si immerge almeno per un istante in quel sogno aereo, leggero che sfida l'impossibile.


TRANSFERT LUDICO POETICO

L'acrobata si misura con le forze dell'universo prima di salire sulla fune tesa tra due punti immaginari in alto sopra la gente che lo osserva. Lui ascolta i battiti del suo cuore, fa il vuoto nella sua mente e attende il segnale, quel rullo di tamburo che viene prima di ogni volteggio, prima di ogni ogni paura, prima di ogni coraggio. Intorno il silenzio è bianco, lui sente solo nel petto bruciare ogni dubbio e così vola dove la gente comune non può arrivare, dove nessuno lo raggiungerà mai in quel paradiso variopinto fatto di istanti immensi ed estremi, nell'aria, sopra la pista circolare che è la sua vita, il suo pane, il suo sogno.
Nessuno saprà mai quanto sacrificio, quanta dedizione, quanta vita vissuta c'è in quel suo librarsi nell'aria multicolore, in lui si legge nel viso il sorriso di chi una volta ancora ha vinto la gravità terrena e la morte, per affermare il diritto ad una felicità che si può incontrare solo ascoltando il proprio istinto e la propria anima. In qualsiasi parte del mondo lui si trovi è sempre felice perchè viaggia dentro se stesso, la sua vita è trasformare ogni timore in coraggio, gioco, poesia offrendo tutto se stesso con generosità a chi troppo spesso non osa, non riesce, non può andare oltre i propri limiti e si immerge almeno per un istante in quel sogno aereo, leggero che sfida l'impossibile.

domenica 12 febbraio 2012

ARTEMANDALA LABORATORIO



ARTEMANDALA LABORATORIO

5 serate a partire da Martedì 28 Febbraio 2012 - Biella

ARTEMANDALA si ripropone con un ciclo di 5 incontri serali, a Biella, come laboratorio creativo. Dopo aver appreso le nozioni di base sulla Sezione Aurea, i Numeri di Fibonacci e le relazioni tra il significato delle forme geometriche e il linguaggio della natura ognuno potrà sperimentare liberamente creando il proprio mandala personale, dedicheremo un'attenzione particolare alla Geometria Sacra e attraverso semplici esercizi di percezione svilupperemo tavole e diagrammi dai più semplici fino ai meravigliosi e complessi cerchi nel grano. Vi aspettiamo, per informazioni 3284337087 oppure 3358306673

ARTEMANDALA LABORATORIO



ARTEMANDALA LABORATORIO

5 serate a partire da Martedì 28 Febbraio 2012 - Biella

ARTEMANDALA si ripropone con un ciclo di 5 incontri serali, a Biella, come laboratorio creativo. Dopo aver appreso le nozioni di base sulla Sezione Aurea, i Numeri di Fibonacci e le relazioni tra il significato delle forme geometriche e il linguaggio della natura ognuno potrà sperimentare liberamente creando il proprio mandala personale, dedicheremo un'attenzione particolare alla Geometria Sacra e attraverso semplici esercizi di percezione svilupperemo tavole e diagrammi dai più semplici fino ai meravigliosi e complessi cerchi nel grano. Vi aspettiamo, per informazioni 3284337087 oppure 3358306673

domenica 29 gennaio 2012

Prendo piccoli sorsi di vita alla sorgente del tempo
qui dove ogni cosa è integra
vera e pura.
Ho bisogno di sentirmi vivo con tutto ciò che io sono
ho bisogno di sentire la pelle della mia anima e vederla illuminarsi dell'argento delle stelle primitive per ritrovare il cammino verso casa.

Prendo piccoli sorsi di vita alla sorgente del tempo
qui dove ogni cosa è integra
vera e pura.
Ho bisogno di sentirmi vivo con tutto ciò che io sono
ho bisogno di sentire la pelle della mia anima e vederla illuminarsi dell'argento delle stelle primitive per ritrovare il cammino verso casa.