lunedì 29 agosto 2011

Nel cuore più non c'è pulsazione, non sento carne e sangue ma nelle vene il caldo fluido della vita che scorre diluito dal pensiero di te, ho buchi nelle mani, crateri vuoti di materia perchè il tempo è amore, fugge da me portandosi appresso il ricordo della mia natura umana e mi restituisce il tuo vibrante senso dell'esistenza. Ora sento luce, vedo luce, mi nutro di quel sole che splende appena sulla terra ma nel tuo essere è la vita, il respiro, la meraviglia di un'istante che contiene gioia immensa e felicità disciolto nell'istante in cui le nostre essenze si sono ritrovate.

2 commenti:

  1. Un bellissimo scritto che apre il cuore..ma non solo. Complimenti ciaooo

    RispondiElimina
  2. Grazie Carla, un abbraccio e l'augurio di una serena giornata

    RispondiElimina