giovedì 24 marzo 2011

Spazio della visione



Noi siamo molto di più della forza che sappiamo esprimere attraverso la nostra carne contratta e tesa, siamo più della natura indomita e selvaggia che ci attanaglia di passione e sangue, siamo più di ogni idea nel tempo e nello spazio fisico delle nostre vite così tristemente brevi e nel contempo ricche di ogni possibilità, siamo l'infinito di un suono, seme dell'etere Divino privo di senso e di ragione, le radici di un albero possente di cui distinguiamo solo piccoli tralci di vita e la cui chioma nascosta tra le nebbie inesplorate della nostra essenza vive in Eterno

Nessun commento:

Posta un commento