giovedì 31 marzo 2011


Mani instancabili sfiorano il cielo raccogliendo trasparenze

intingendo colori per sete rare e preziose.

Vibrando nell'incanto della sintassi l'aria si satura di bellezza e mille aironi s'involano

oltre celesti preghiere migrando nei luoghi

dell'eterna primavera

Nessun commento:

Posta un commento