mercoledì 13 maggio 2009

IL TEMPO DELLE ACQUE

Non è forse questo il tempo delle acque?
Non è ora adesso
di risvegliare il senso delle cose sperse
delle coscienze incerte
e dei corpi insani?
Per nulla corroso
dal distillare della sabbia cosmica
rinasco e muoio in ogni istante
nella dimora del nulla
nel silenzio inviolato
nei labirinti verdi di Eden
come nel corpo di Adamo
nel sasso vermiglio
del cuore d'uomo
così come nella ferita aperta
dell'innocenza persa.
Non è forse questo il tempo delle acque?

IL TEMPO DELLE ACQUE

Non è forse questo il tempo delle acque?
Non è ora adesso
di risvegliare il senso delle cose sperse
delle coscienze incerte
e dei corpi insani?
Per nulla corroso
dal distillare della sabbia cosmica
rinasco e muoio in ogni istante
nella dimora del nulla
nel silenzio inviolato
nei labirinti verdi di Eden
come nel corpo di Adamo
nel sasso vermiglio
del cuore d'uomo
così come nella ferita aperta
dell'innocenza persa.
Non è forse questo il tempo delle acque?

lunedì 11 maggio 2009

LO SPIRITUALE NELL'ARTE

La pittura è un'arte e l'arte non è l'inutile creazione di cose che svaniscono nel vuoto ma è una forza che ha un fine e deve servire allo sviluppo e all'affinamento dell'anima..........se l'arte si sottrae a questo compito rimane un vuoto e nessun'altra forza può sostituirla ..........L'artista è un re, non solo perchè ha un grande potere, ma anche perchè ha un grande dovere
Wassily Kandinsky

LO SPIRITUALE NELL'ARTE

La pittura è un'arte e l'arte non è l'inutile creazione di cose che svaniscono nel vuoto ma è una forza che ha un fine e deve servire allo sviluppo e all'affinamento dell'anima..........se l'arte si sottrae a questo compito rimane un vuoto e nessun'altra forza può sostituirla ..........L'artista è un re, non solo perchè ha un grande potere, ma anche perchè ha un grande dovere
Wassily Kandinsky

ECO SPENTO

Disteso
ombra immensa
sulla pianura di granito
come può il mio io
fecondare la multiforme varietà
del mondo
Per questa infermità
per questa ottusa cecità
sempre sarò in debito
con l'Eterno
Colui che offre agli esseri
spazi atemporali
e li nutre d'aurore, di luce
e di amore
rimane nel silenzio
a contemplare
la mia carne inerme
le mie gesta assenti
Intanto la vita stilla
momento su momento
attimi sublimi,
stagione dopo stagione
tempo su tempo consumandomi.
Distante dalla Verità
sempre più io mi allontano

ECO SPENTO

Disteso
ombra immensa
sulla pianura di granito
come può il mio io
fecondare la multiforme varietà
del mondo
Per questa infermità
per questa ottusa cecità
sempre sarò in debito
con l'Eterno
Colui che offre agli esseri
spazi atemporali
e li nutre d'aurore, di luce
e di amore
rimane nel silenzio
a contemplare
la mia carne inerme
le mie gesta assenti
Intanto la vita stilla
momento su momento
attimi sublimi,
stagione dopo stagione
tempo su tempo consumandomi.
Distante dalla Verità
sempre più io mi allontano

sabato 9 maggio 2009

VOCE NEL VENTO

Chiamami
e verrò da te
in candide spirali di luce
Senza segno
sarà il mio
incedere nel vento
Evocherò
l'immenso potere dell'amore
su ogni sostanza terrena
Mi ergerò sicuro
contro la pesantezza
e la grevità del tempo
Con te darò senso
all'infinito

VOCE NEL VENTO

Chiamami
e verrò da te
in candide spirali di luce
Senza segno
sarà il mio
incedere nel vento
Evocherò
l'immenso potere dell'amore
su ogni sostanza terrena
Mi ergerò sicuro
contro la pesantezza
e la grevità del tempo
Con te darò senso
all'infinito

venerdì 8 maggio 2009

SPERANZE

Costruiremo cattedrali
di luce
dove il silenzio si farà preghiera
volgeremo a Oriente lo sguardo
e sarà come un respiro libero
oltre l'infinito
Al di la dell'orizzonte di nebbia
che cela la vista
dell'Angelo del Signore
sopra le vergogne del mondo
meravigliosi archi di luce
saranno per noi armonie celesti
liberando amore
e speranze
Sopra le bassezze del vecchio Adamo
rifioriranno le memorie
del paradiso perduto
e la nostalgia ci prenderà il cuore
guidando i nostri passi
verso la via
del ritorno

SPERANZE

Costruiremo cattedrali
di luce
dove il silenzio si farà preghiera
volgeremo a Oriente lo sguardo
e sarà come un respiro libero
oltre l'infinito
Al di la dell'orizzonte di nebbia
che cela la vista
dell'Angelo del Signore
sopra le vergogne del mondo
meravigliosi archi di luce
saranno per noi armonie celesti
liberando amore
e speranze
Sopra le bassezze del vecchio Adamo
rifioriranno le memorie
del paradiso perduto
e la nostalgia ci prenderà il cuore
guidando i nostri passi
verso la via
del ritorno

mercoledì 6 maggio 2009

LA TORRE DI LUCE

Da molti luoghi siamo giunti
fin quaggiù
e tu ci accogli
Terra di Smeraldo
Le nostre strade
da ogni dove ci han portato fino a te
luogo della meraviglia
sacrario della pace suprema
siamo venuti da un tempo senza tempo
siamo venuti da frontiere lontane
per essere quì ora
ad estasiarci
alla Fonte della Bellezza Divina
e sono con noi da sempre i nostri Angeli
che attendono il ritorno a casa
della nostra essenza.
E la casa
è il nostro essere profondo e illimitato
casa
è il nostro cuore.
Ecco, ora siamo insieme
davanti all'immacolata bellezza
lì sul fondo di una valle immensa,
una Torre di Luce che svetta fino al cielo
che irradia ovunque amore
che rapisce con la sua mirabile perfezione
fino alla cima
la sua fulgida luce brilla più delle stelle
così da poter veder lontano
fino ai confini estremi dei nostri orizzonti

LA TORRE DI LUCE

Da molti luoghi siamo giunti
fin quaggiù
e tu ci accogli
Terra di Smeraldo
Le nostre strade
da ogni dove ci han portato fino a te
luogo della meraviglia
sacrario della pace suprema
siamo venuti da un tempo senza tempo
siamo venuti da frontiere lontane
per essere quì ora
ad estasiarci
alla Fonte della Bellezza Divina
e sono con noi da sempre i nostri Angeli
che attendono il ritorno a casa
della nostra essenza.
E la casa
è il nostro essere profondo e illimitato
casa
è il nostro cuore.
Ecco, ora siamo insieme
davanti all'immacolata bellezza
lì sul fondo di una valle immensa,
una Torre di Luce che svetta fino al cielo
che irradia ovunque amore
che rapisce con la sua mirabile perfezione
fino alla cima
la sua fulgida luce brilla più delle stelle
così da poter veder lontano
fino ai confini estremi dei nostri orizzonti